Un altro metodo di derattizzazione, prevede l’utilizzo di apparecchiature elettromeccaniche (Ekomille) per il monitoraggio e la cattura continua e multipla di roditori sinantropi (topi e ratti). I muridi vengono attirati al loro interno dall'odore degli adescanti alimentari naturali e istantaneamente catturati, grazie a sensibilissimi congegni elettromeccanici.
La trappola è divisa in due sezioni, una superiore e una inferiore. Il roditore, attratto dal cibo sale sull’'apparecchiatura e mentre si accinge a mangiare, un sensore fa scattare la molla, facendolo cadere nella sezione inferiore (un serbatoio contenente un liquido igienizzante antiputrefattivo e conservante) dalla quale non potrà più uscire, morendo per coma etilico, nel rispetto del welfare del topo. Non è assolutamente pericoloso perché non impiega veleni o sostanze nocive, ma semplici adescanti alimentari e garantisce la massima igiene, poiché le carcasse non vengono disperse nell’ambiente, ma trattenute al suo interno, per essere gestite in base alla normativa vigente. E' importante precisare che una volta attivata la trappola è precluso qualsiasi fenomeno di traslocazione degli alimenti ad opera dei muridi, in quanto l'animale verrà catturato prima che possa toccare il cibo. Tutte le postazioni vengono affiancate da appositi cartelli indicatori, che riportano il numero della postazione, il tipo di trappola e i recapiti della ns. Ditta.
Ekomille è conforme alle direttive n. 89/392/CEE, 91/368/CEE, 93/44/CEE, 93/68/CEE ed è riconosciuto dalla ASL, “al primo posto tra i metodi di lotta ai roditori, nei settori più delicati, quali quello alimentare e delle collettività in generale” per il rispetto del D.Lgs. 155/97, Reg. CE 852/2004, Reg. CE 853/2004 (metodo HACCP) e Norme UNI ISO (Pacchetto Igiene, R.E. 178/02, etc.). L'uso di questa apparecchiatura è autorizzato nelle industrie alimentari: Certificazione ISO 22000:2005 (sicurezza alimentare).