TOPI E RATTI
Classe: Mammalia – Ord.: Rodentia – Fam.: Muridi

I muridi sono cosmopoliti e hanno colonizzato qualsiasi insediamento umano.
Il loro udito, olfatto, tatto e gusto sono molto sviluppati, mentre il senso della vista lo è meno, infatti, sono quasi cechi e si pensa che non riescano H. INGHILTERRA 29 8 15 x derapercepire i colori. La luce li infastidisce, per cui, sono più attivi la notte. Eventuali avvistamenti diurni sono indice di un’infestazione molto elevata. Non percepiscono il gusto amaro, caratteristica sfruttata per addizionare sostanze amaricanti alle esche, in modo da scongiurare ingestioni accidentali da parte dell’uomo e degli animali no target. I polpastrelli delle loro zampe sono molto sensibili, per cui è sconsigliabile l’uso di trappole o erogatori in metallo, in quanto potrebbero diventare troppo caldi o freddi, dissuadendoli dall’entrare.

Grazie alla loro struttura ossea cartilaginea, riescono ad appiattirsi e penetrare in fessure strettissime e buchi piccolissimi.
Hanno un’ottima memoria e ricordano movimenti e percorsi da eseguire negli ambienti abituali, aiutati dal tatto e olfatto. Sono dotati di lunghi baffi sul muso e peli sensoriali su tutto il corpo, che utilizzano per orientarsi, per cui si muovono raramente in spazi aperti, preferendo il contatto del corpo con le superfici verticali, camminando ad esempio rasenti ai muri (cosa da tenere in conto per una corretta dislocazione delle postazioni di controllo), che gli servono da guida tattile.
Si scambiano informazioni mediante l’emissione di feromoni e l’utilizzo di ultrasuoni, oltre a squittii e gemiti. Sono in grado di compiere salti verticali da fermi di mezzo metro e salti orizzontali, mentre corrono di 1 m. Tendono a fare scorta di alimenti nelle loro tane e, a eccezione del Mus musculus, generalmente sono neofobi, ossia sono diffidenti verso nuovi oggetti o fonti di cibo, inseriti nel loro ambiente. Appartenendo all’ordine dei roditori, possiedono due incisivi molto lunghi e resistenti, a crescita continua, pertanto sono sempre alla ricerca di materiale da rosicchiare, arrecando innumerevoli danni a legno, plastica, metallo, muratura, etc. quali buchi, rosicchiamento dei cavi elettrici, delle tubature, dei manufatti in legno, comprese porte e finestre. Attaccano inoltre cibi sia immagazzinati, che confezionati, arrecando non solo ingenti danni economici, per il cibo sottratto o rovinato, quanto grossi problemi sanitari, per la contaminazione diretta dei cibi stessi con peli, feci e urine, saliva, nonché per la contaminazione indiretta, in quanto vettori di agenti (parassiti artropodi, virus, batteri, protozoi, elminti, etc.) responsabili di molte malattie pericolose come Febbre emorragica, Leptospirosi, Trichinosi, Toxoplasmosi, Rabbia, Encefalite da zecche, Rickettsiosi, Spirochetosi, Tularemia, Leishmaniosi, Peste, Tifo, etc.

Vedi i nostri servizi associati:

DERATTIZZAZIONE 

SERVIZIO DI MONITORAGGIO MURIDI  

Tre specie di muridi vivono in stretta associazione con l'uomo e sono:

MUS MUSCULUS o TOPOLINO DOMESTICO o TOPO COMUNE

musculusIl pelo corto e lucente è di colore variabile tra il marrone e il grigio, con colorazione più chiara sul ventre. Coda,musculus2 zampe, orecchie e muso sono quasi glabri e di colore grigio rosato. La coda è ricoperta da scaglie disposte ad anelli, tra cui si inseriscono piccoli peli. L'adulto pesa intorno ai 10-25 g ed è lungo 5-10 cm (10-20 cm, compreso la coda). Vive in media circa 15-18 mesi.
È cosmopolita. Predilige gli ambienti asciutti e un buon arrampicatore. Non ha un grande raggio di azione e le sue attività sono concentrate nelle aree vicine al nido. E' un animale curioso, esplora e assaggia tutto e anche un buon mangiatore. È onnivoro, con preferenza per i prodotti vegetali, tra cui i cereali, ma anche carne e pesce. Non va in letargo e si riproduce tutto l’anno, per cui è molto prolifico. Può insediarsi in qualsiasi luogo domestico, trovando rifugio in luoghi riparati, che fodera con vari materiali. È attivo soprattutto di notte e sta lontano dalle luci forti. Tende a marcare il territorio con urine e feci. Quest’ultime sono lunghe circa 3-6 mm, di forma cilindrica, con una o entrambe le estremità appuntite (a chicco di riso) e di colore nero.

RATTUS RATTUS o RATTO COMUNE o RATTO NERO o RATTO DEI TETTI

rattusIl pelo è di colore nero o marroncino-grigiastro scuro sul dorso e color panna sul ventre. Le zampe sono glabre e nerastre come la coda, che è ricoperta da scaglie ed è più lunga del corpo. Il muso e le orecchie sono glabri e rosati. Le orecchie sono di media grandezza. La testa è stretta e allungata. Gli occhi sono neri e sporgenti. L'adulto pesa circa 200-300 g ed è lungo 15-24 cm (35-49 cm compresa la coda). La corporatura è slanciata. Vive in media circa 18 mesi. Preferisce climi caldi, è attivo soprattutto la notte ed è un abile scalatore, infatti si annida spesso sugli alberi o sui tetti, ove nidifica. Si riproduce tutto l’anno. Predilige cibi vegetali, quali frutta, verdura, semi e cereali, ma all’occorrenza mangia qualunque cosa riesca a digerire. Produce feci scure, grandi, lunghe 13 cm, con forma curva a salciccia e con le estremità appuntite.

 

RATTUS NORVEGICUS o RATTO DELLE FOGNE o SURMOLOTTO o PANTEGANA

rattus norvegicusIl pelo è corto e ispido, di colore bruno-grigiastro-rossastro opaco, più chiaro sull’addome. La testa è squadrata e il rattus norvegicus2muso poco appuntito e di colore rosato, con orecchie piccole e ricoperte da peluria. Le zampe sono glabre di colore grigio-rosato. Anche la coda è glabra, rosata, ricoperta da scaglie ed è lunga quanto il corpo o poco meno. L'adulto pesa in media 280-480 gr, ma può arrivare fino a 600 g ed è lungo 17-27 cm (34-49 cm, compresa la coda). La corporatura è tozza. Vive in media circa 18 mesi. E' un animale aggressivo e vigoroso e un ottimo scavatore e nuotatore, ma non un buon arrampicatore. È attivo durante la notte e di giorno si rifugia nel nido, ricavato in anfratti, che ingrandisce scavando e che riveste con vari materiali. Il nido generalmente è composto da varie camere, con funzioni diverse, quali magazzino, riposo, e latrina. Predilige habitat sotterranei, soprattutto se collegati alla rete fognaria e le discariche. Ha un largo raggio di azione (a volte percorre diversi km) e vive in colonie numerose. Si riproduce tutto l’anno ed è molto prolifico. È onnivoro, ma si alimenta preferibilmente di carne e pesce. Produce feci scure grandi, di forma rettangolare più tozza, lunghe circa 19 cm con estremità arrotondate.

ARVICOLE


arvicolaOrd.: Rodentia – Fam.: Cricetidae – Sott.Fam.: Arvicola – Gen.: Microtus
Si tratta di piccoli roditori, comunemente noti come “topi campagnoli” (Microtus arvali) “topi agresti” (Microtus Agresti) “terricole” (Microtus multiplex, Microtus savi, Microtus subterraneus), a seconda della specie. Il corpo è lungo tra gli 8 e i 13 cm e hanno una coda molto più corta del corpo, lunga circa 2-4,5 cm. Il peso varia tra i 15-45 g. Il colore della pelliccia è marrone-grigiastro o tendente al rossastro sul dorso e più chiaro sul ventre, con pelo più o meno ispido, a seconda della specie. Le orecchie sono ridotte e il muso è arrotondato. Gli escrementi sono ovoidali. Vivono all’aperto nei campi e sono attivi soprattutto di notte, ma anche di giorno. Scavano numerose gallerie nel terreno, non molto profonde (massimo 20 cm), ma estese, con parecchi sbocchi esterni, ove accumulano scorte di cibo e trascorrono gran parte del tempo. Il nido può essere collocato in queste gallerie, oppure all’esterno, nascosto tra l’erba alta e rivestito con foglie. Appartenendo all’ordine dei roditori, possiedono due incisivi molto lunghi e resistenti, a crescita continua, pertanto sono sempre alla ricerca di materiale da rosicchiare. Sono erbivori, prediligendo piante di cereali, leguminose e graminacee, ma anche bulbi, rizomi, semi, e radici o cortecce delle piante arboree. Di una pianta mangiano tutto: foglie, fusto e radici. Posso pertanto causare seri danni economici alle colture agricole.